Elisir di lunga vita

Acqua potabile di ottima qualità proveniente dalle nuove sorgenti "Furglau" sotto il maestoso Massiccio della Mendola. Un vero colpo di fortuna, sostiene Alois Tatz, da 40 anni custode dell' acqua di Appiano.
 
Alto contenuto di minerali, particolarmente pura e raffreddata a sette gradi centigradi – gli intenditori descrivono l’acqua potabile proveniente dall’impianto “Furglau” come un vero e proprio elisir di lunga vita. I presupposti non potrebbero essere migliori, sostiene Alois Tatz (nell’immagine in alto), garante della qualità dell’acqua e pioniere in quest’ambito.
 
 
 
Le analisi scientifiche gli danno ragione. La galleria “Furglau”, lunga 360 metri e che si trova a 950 m d’altitudine, è stata realizzata circa cinque anni fa proprio su sua specifica richiesta. Ora l’acqua priva di calcio fuoriesce da più fori di trivellazione. Nell’apposta vasca si raccolgono 45 litri d’acqua potabile al secondo. “L’acqua viene filtrata dalla marna rossa della Furglau e pertanto contiene solo una quantità ridotta di solfati e tracce calcaree. Questo determina l’altissima qualità dell’acqua”, sostiene il signor Tatz. La fornitura idrica è garantita a quasi 8000 persone, tra queste figurano numerosi esercizi e cantine sociali. L’acqua potabile sgorga anche da numerose fontane presenti nel territorio di Appiano.
 
 
Pubblicato il 07.01.2016
 
La tua opinione è importante per noi! Scrivere un commento
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Invia commento
 
Like it! Share it!
Cosa pensi di questo articolo?
 
 
 
 

Articoli che ti potrebbero interessare

 
 
 
 
 

Novitá

Sempre informati con la newsletter