Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
 

Mostra: Ignaz Gabloner

Dal 27 settembre al 2 novembre avrà luogo presso la "Lanserhaus" ad Appiano una mostra commemorativa sullo scultore bolzanino Ignaz Gabloner (1887-1964).
Insieme ai colleghi Hans Piffrader e Hans Plangger, Gabloner influenzò in maniera pregnante il campo delle arti figurative altoatesine nella prima metà del Novecento.
 
Nella sua città natale, Bolzano, Ignaz Gabloner ha creato numerose opere su commissione, sia pubbliche che private (p. e. la „fontana delle rane“ di piazza Stazione; le grandi statue sulla facciata della cappella nel cimitero cittadino, ivi pure numerose sculture per monumenti funerari; inoltre il maestoso gruppo scultoreo che adorna la facciata della chiesa di Cristo Re). Diversi suoi monumenti custodiscono la memoria per i caduti delle guerre mondiali: p. e. nei cimiteri di S. Paolo di Appiano, Cornaiano, Funes, Sesto Pusteria.
Qualche concessione all'ideologia imposta dal regime fascista si può notare in alcune opere presentate da Gabloner alle „Biennali di Bolzano“/Mostre Sindacali d'arte (1922 fino 1942).
Oltre alle forme tradizionali di realismo espressivo presenti nelle sculture sacre e profane, Gabloner ha rielaborato anche sostanziali elementi dell'arte contemporanea europea, in particolare dell'Espressionismo e del Cubismo.

In occasione del 50. anniversario della sua morte, il Comune di Appiano sulla Strada del Vino, in collaborazione con il Südtiroler Künstlerbund, dedica ad Ignaz Gabloner una retrospettiva. All'inaugurazione sarà anche presentata la prima monografia sulla vita e le opere del rinomato scultore e disegnatore, a cura di Mathias Frei e Walburga Kössler, i curatori della mostra.
 
 
 
La mostra alla "Lanserhaus" verrà inaugurata venerdì, 26 settembre 2014 alle ore 18.30.

Orario per il pubblico:
fino al 2 novembre
mar-sab ore 15-18
dom 10-12 e 15-18 Uhr
ingresso libero
 
 
Pubblicato il 02.11.2014
 
La tua opinione è importante per noi! Scrivere un commento
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Invia commento
 
Like it! Share it!
 
 
 
 

Articoli che ti potrebbero interessare

 
 
 
 
 

Novitá

Sempre informati con la newsletter
 
 
 
 Invia